Pubblicità Tommy Hilfiger: L’esclusivo picnic di Tommy Hilfiger

Rating 4.20 out of 5

Questo spot pubblicitario assomiglia ad un grande quadro colorato, pieno di dettagli, per cui se lo guardi da lontano vedi la scena d’insieme, l’ambientazione, ma se ti avvicini scopri i particolari, ognuno dei quali racconta la sua porzione di storia.

La scena complessiva è l’arrivo di una famiglia allargata sulla scena del loro imminente picnic. Il mezzo con cui arrivano è una vecchia classica e old-styke station wagon, stipata di questa varia umanità fino all’improponibile.

Nel gioco dell’assurdo assomiglia a quelle vecchie scenette in cui da un vecchia 500 escono dei clown a non finire.

La combriccola è numerosa e ben organizzata e in pochi istanti preparano una tavolata degna del salone della reggia. Quello che a prima vista sembra confusione in realtà è follia organizzativa.

La festa è ben riuscita perchè già al primo brindisi la tavolata è allegra e partecipativa e non sarà certo il piccolo inconveniente di qualche piatto rovesciato a rovinare il picnic.

Guardando i dettagli scopriamo che la famiglia in questione è quella di Hilfiger. Lo capiamo dalla targa H1 e dallo stemma dell’auto.

La tavola estratta magicamente dal baule, sotto lo sguardo attento del bambino sul tetto dell’auto e qualche ragazza che è già in fase di relax, viene apparecchiata alla rinfusa ma con eleganza.

Sopra le coperte patchwork vengono sistemati doppi piatti dal bordo dorato, portatovagliolo abbinato con tovagliolo grezzo. Le posate rigorosamente d’argento fanno intuire un primo piatto, un secondo e un dolce . Niente di particolare in questi giorni di pranzi festivi luculliani.

La sfilata del cane sull’improvvisata passerella non turba come non turba quella della ragazza, che evidentemente l’indomani ha un provino come indossatrice e sta ripassando la parte.

La frutta ed il pane fresco sono già in tavola. Ai candelabri d’argento non si rinuncia mai, neanche nelle occasioni più alla mano, dove anche i bicchieri sono rigorosamente scompagnati ed uno diverso dall’altro.

Anche lavati male come si nota quando il capostipite si alza faticosamente in piedi per annunciare il brindisi beneaugurante.

Troppo kitsch, troppo sopra le righe, troppo volutamente assurdo e giustamente l’unico che sembra rendersene conto si mette alla guida dell’auto e se ne va.

E’ una prova di intelligente ribellione da parte del quattrozampe di famiglia.

In un’altra versione è una bimbetta occhialuta e bionda a mettersi alla guida dell’auto, trasformando invece  il finale nell’ennesimo capriccio della guastafeste irrecuperabile di una famiglia qualsiasi.



Peck 300x250

Pubblicità Tommy Hilfiger: L’esclusivo picnic di Tommy Hilfiger ultima modifica: 2010-12-26T11:39:06+00:00 da Salvatore-Admin

About Salvatore-Admin

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei articoli su Blog da seguire

One thought on “Pubblicità Tommy Hilfiger: L’esclusivo picnic di Tommy Hilfiger

  1. Pingback: Heineken e l'anima della festa | Basta la parola. Il meglio e il peggio della pubblicità

Hai visto lo spot ? Ti Piace ? Lascia un commento