#perunavoltapensoame Assicurazione casalinghe INAIL

Rating 3.00 out of 5

Tutelarsi dai pericoli della casa con l’assicurazione obbligatoria Inail Campagna di sensibilizzazione sulle misure di prevenzione contro gli infortuni domestici

Quello domestico è uno degli ambienti di lavoro più pericolosi, dove spesso non vengono rispettate le basilari misure di prevenzione, si registra un livello di attenzione molto basso rispetto ai rischi presenti e non viene operato nessun tipo di controllo.

Un’indagine Istat degli scorsi anni ha messo in evidenza che, su un campione di circa 24 mila famiglie, 700 mila persone, l’11,3% della popolazione, sono rimaste coinvolte in un incidente domestico nei tre mesi precedenti all’intervista.

Tra queste, le principali vittime sono le donne, oltre il 70% degli incidenti, e 149 mila casalinghe interessate ogni trimestre.

 #perunavoltapensoame  INAIL

L’Inail, in occasione della scadenza 2020 per l’assicurazione contro gli infortuni in ambito domestico, ha lanciato una campagna di prevenzione sia per sensibilizzare le casalinghe e i casalinghi rispetto ai rischi che si nascondono tra le mura di casa sia per fornire informazioni sui comportamenti da adottare per evitare di incorrere in infortuni.

La campagna oltre che sui social media e sui canali tradizionali di informazione, quali tv e stampa, proseguirà durante tutto l’anno, attraverso il racconto di casalinghe e casalinghi, con la modalità dello storytelling.

La campagna con #perunavoltapensoame, oltre a sottolineare a chi lavora in casa l’importanza di utilizzare tutte le misure di prevenzione necessarie, informa anche sul recente miglioramento delle tutele dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni domestici. Istituita dalla legge 493 del 1999, la prima in Europa a introdurre questo tema, la polizza assicurativa contro gli infortuni domestici tutela chiunque, donna o uomo, si occupi in maniera abituale, esclusiva e gratuita dei lavori in casa.

La sua disciplina è stata ampiamente migliorata dalla legge di bilancio 2019 che ha in gran parte equiparato la tutela di casalinghe e casalinghi a quella degli altri lavoratori.

La nuova assicurazione casalinghe

È stata infatti estesa la copertura anche agli infortuni più lievi, sia attraverso l’abbassamento del grado di inabilità per la costituzione della rendita, dal 27% al 16%, sia attraverso la previsione di una prestazione, una tantum, di importo pari a 300 euro qualora l’inabilità sia compresa fra il 6% e il 15%, oltre che del diritto all’assegno per assistenza personale continuativa in presenza di determinate gravi menomazioni.

La recente normativa, inoltre, ha ampliato la platea assicurativa che va adesso dai 18 fino ai 67 anni, fissando l’importo del premio in 24 euro annui e mantenendo la gratuità dell’assicurazione per chi ha un reddito basso.

Il premio assicurativo, infatti, è a carico dello Stato per le persone in possesso di un reddito lordo non superiore a 4.648,11 o appartenenti a un nucleo familiare il cui reddito non sia superiore a 9.296,22 euro annui.

La quota assicurativa andava pagata entro il 31 gennaio. Si può pagare direttamente online (qui la lista pagopa.gov.it), oppure in tutti gli uffici di Poste Italiane, in banca o presso tutti gli esercenti abilitati al servizio.

Le nuove iscrizioni sono possibili anche dopo il 31 gennaio, potendo la persona maturare i requisiti assicurativi durante tutto l’anno, e la copertura opererà dal giorno successivo al pagamento del premio.

#perunavoltapensoame Assicurazione casalinghe INAIL ultima modifica: 2020-02-10T20:07:53+01:00 da blp.admin

About blp.admin

Leggi tutti i miei articoli su Blogs da seguire

Hai visto lo spot ? Ti Piace ? Lascia un commento

I dati inseriti saranno trattati esclusivamente per la pubblicazione del tuo commento. Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.