Nella Magnifica Italia i beni Unesco vengono decuplicati

Rating 3.00 out of 5

Prima di tutto sono contento che siano passati dal “Magic Italy” del 2010 al più italiano e corretto “Magica Italia” del 2011 nel nome dello spot, anche se poi nel testo si dice un più terreno magnifica Italia.

Se come dichiarato dal Ministro Brambilla questi spot sono dedicati in particolar modo ai turisti italiani non si capiva infatti il precedente anglicismo.

Lo spot punta sul valore dei beni storici e sulla cultura. Questa volta non siamo più il paese del mare e del sole, pregi per cui possiamo ritenerci fortunati ma che non sono prettamente opera nostra.

Monumenti ed opere d’arte sono invece nostro patrimonio, lascito di illustri italiani, mantenuti a fatica dalla nostra cultura, ma comunque mantenuti.

Peccato per il piccolo grande inciampo sulla percentuale, su cui però non deve pesare il giudizio per lo spot, ne tantomeno per chi lo interpreta.

Continua a leggere …