Pubblicità Progresso guida sicura: Uno spot sulla buona strada

Rating 4.00 out of 5

Gigi Proietti è un attore istrionico, di vecchia scuola, di vecchio stampo di cui spesso si dice ‘com’ è bravo’ senza troppa convinzione. Non che non sia bravo, ma pur riconoscendogli tutte le sue qualità di attore, non è il primo nome che ti viene quando vuoi citare un attore bravo.

Magari un po’ troppo romano, magari un po’ troppo legato al suo essere Gigi Proietti per cui i suoi personaggi non sono mai reali ma personaggi recitati da Gigi.
Un po’ un’imitazione di se stesso.

Mandrake è un famoso personaggio dell’altrettanto famoso film ‘Febbre da cavallo‘ (1976). O comunque è uno di quei film apprezzati dagli amanti dei film cult, ma che forse questa volta meriterebbe un po’ più di riconoscimento anche al di fuori di questa cerchia.




468x60

Il seguito, Febbre da cavallo – La mandrakata del 2002 non ha avuto lo stesso successo, ma è indicativo come la parte più indovinata del film fosse stata il personaggio di Mandrake, interpretato da Proietti.

Mandrake tirava a campare affidandosi alla sua faccia tosta ed alla ubriacante parlantina con cui più che convincere confondeva il malcapitato che finiva nelle sue mire. Facile immaginarselo anche senza aver visto il film perchè il 90% dei personaggi di Proietti sono in pratica Mandrake sotto falso nome.

Comunque lo spot istituzionale per la sicurezza sulla strada si affida a questo personaggio, che probabilmente nella sua immaginaria realtà si sarebbe altamente infischiato del codice della strada, per farlo rispettare.

Lasciando perdere quindi se la scelta dei personaggi sia indovinata o meno, visto che anche il trasgressore è lo stereotipato sfigato con gli occhiali, lasciamo che trapeli e si diffonda il messaggio su cui sono assolutamente daccordo ed è il motivo per cui ho recensito questo spot.

La cintura di sicurezza va messa sempre, non ci sono scuse che tengano e non metterla non è dimostrazione di machità, o di avventuriero al di sopra delle regole, ma un comportamento a rischio degno di uno sfigato, anche non stereotipato.


Pubblicità Progresso guida sicura: Uno spot sulla buona strada ultima modifica: 2011-01-30T19:17:44+00:00 da Salvatore-Admin

About Salvatore-Admin

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei articoli su Blog da seguire

4 thoughts on “Pubblicità Progresso guida sicura: Uno spot sulla buona strada

  1. Azzarini Antonio

    Mi chiamo Azzarini Antonio, sono l’inventore del dispositivo S.Y.L., se hai bevuto il mezzo non va in moto.
    L’ho inventato e Brevettato a Febbraio 2007, e ne ho messo al corrente il Ministero dei Trasporti, ma non ho mai ricevuto risposte. L’ho comunicato anche al Ministro Matteoli e al suo staff, ma………NIENTE! Perchè?
    Almeno vederlo!
    Nel mio dispositivo non bisogna soffiare in alcun tubo o fare dell’altro, è tutto automatico-digitale.
    E’ certificato CE ed ha passato tutti i Test.
    In attesa di un …..riscontro,
    Azzarini Antonio
    syl.elettronica@libero.it

  2. Francesco

    Sono d’accordo sullo spot ma non vedo perché tre quarti della descrizione devono essere sul perché Gigi Proietti non è poi così bravo, peraltro con giudizi assolutamente personali e decisamente campati in aria.
    Quando lei mi troverà qualcuno in grado di fare 14 personaggi (o forse erano 16) nei Sette Re di Roma o di reinventare completamente il concetto di One man show (anzi diciamolo pure, di importarlo in Italia)in A me gli occhi please meglio di Proietti ne riparliamo. Poi che negli ultimi anni gigioneggi sui suoi vecchi personaggi può darsi, ma non è quello che ha detto lei.
    E poi scusi ma cosa c’entra che è un po’ troppo romano? Come dovrebbe parlare? L’italiano non connotato regionalmente non esiste, l’italiano delle fiction è una lingua ridicola che nella realtà non parla nessuno e a parte qualche giornalista NESSUN italiano “pubblico” è privo di accento. Certo, il proprio accento regionale nessuno lo sente se non ha l’orecchio allenato, ma io le dico che per esempio il napoletano finto-ripulito di Enrico Variale e il milanese addomesticato ma non troppo di Ezio Greggio sono molto più fastidiosi della parlata di Proietti. E soprattutto un vigile urbano di una città è improbabile che parli in italiano aulico.
    A questo punto sono proprio curioso. Chi è un bravo attore?

  3. Alessandro

    Gli spot sulla sicurezza stradale servono a noi giovani per farci ricordare che basta un attimo per perdere la vita. Ne ho visti diversi sulle nostre televisioni, più o meno convincenti, ma nulla a che vedere con lo spot in cui mi sono imbattuto più volte durante un viaggio di piacere negli USA. In poche parole, si vede un ragazzone che abborda una giovane. I due si ubriacano durante il percorso, velocissimo e assordante, poi lo schianto nei minimi particolari, con tanto di ultimo respiro. Tutto in pochi secondi. Poi si vede la madre della ragazza mentre accarezza il viso della figlia che giace nella bara e, in sovraimpressione, il suo ricordo di quando era più piccola e sorridente nei suoi anni spensierati. Finisce con una scritta che dice (tradotto): è finito tutto, nel peggiore dei modi, per una testa di cazzo!”. Sono rimasto davvero colpito ma in senso positivo. Mi son detto: gli americani esagerano sempre ma sono convincenti! Pochi giorni dopo, apro una rivista e vedo una foto dello spot. Leggo l’articolo e, con una certa meraviglia, scopro che l’ideatore e regista è un italiano (Giulio Gangi). Quelli sono spot che ti lasciano a bocca aperta. Ancora mi vengono in mente quelle scene.

  4. Antonio Azzarini

    Sono Azzarini Antonio, quello dellEtilometro S.Y.L.
    Sono rimasto entusiasta degli spot di Proietti
    Ma bisogna prevenire le…morti sulla Strada.
    Adottare sistemi concreti.
    L’informazione serve,sino a lì!
    Nessuno le ascolta, nessuno li legge, nessono………….
    Bisogna PREVENIRE, non piangere dopo!
    Cinque giorni fa, a Chieti, uno Scuolabus con QUATTRO BAMBINI FERITI GRAVI!
    No, non deve succedere………..è una vergogna!

Hai visto lo spot ? Ti Piace ? Lascia un commento